La leggenda del Mais

Ciao a tutti oggi abbiamo deciso di approfondire il mais! Pensate che questa pianta era coltivata addirittura nell'epoca preistorica in America, più precisamente in Messico. Pensate che tra le popolazioni Azteche si raccontava che gli dei, dopo aver creato gli uomini, fossero andati alla ricerca di qualcosa con cui nutrirli e che avessero chiesto ad una formica rossa che stava trasportando un chicco di mais dove lo avesse preso. Dopo un iniziale rifiuto, si diceva che la formica sotto minaccia avesse acconsentito e che avesse portato uno degli dei sulla "montagna del cibo" dove egli si era dovuto trasformare in una formica per riuscire a passare da una stretta apertura dentro la montagna, che li avrebbe portati ad una sala ricolma di chicchi.

Si narra che il dio ne avesse presi alcuni e li avesse portati agli altri dei e che essi, dopo averli masticati, ne avessero messo la poltiglia nella bocca degli uomini e che avessero visto che diventavano forti. Dicono che decisero di dare altri i chicchi di mais agli uomini in modo che potessero piantarli. Da quel momento gli dei diventarono anche protettori del raccolto.


Il mais è una fonte di alimentazione primaria per l'uomo. Da esso si ricavano: la polenta, i pop-corn (nessuno potrebbe vivere senza), le tortillas, l'olio di mais e tanti altri alimenti indispensabili per la dieta di un essere umano. Sappiamoche probabilmente è stato portato in Europa da Cristoforo Colombo e che ne esistono diverse varietà: quello bianco, quello rosso, quello giallo, ecc.

Infine possiamo dirvi che il mais è un alimento energetico e facilmente digeribile e che è ricco di amido.


Siamo giunti al termine di questo post di approfondimento, grazie di averlo letto!!

Per domande o dubbi scriveteci qui sotto nei commenti.



116 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti